Articoli: Ma che cos’è la femminilità in azienda

Due copertine, di Economist e di Time, hanno recentemente messo il mostro in prima pagina. Il mostro sono le aziende renitenti a capire quanto vantaggio possono trarre dalla valorizzazione delle donne. Conterà il fatto che, per esempio, oggi le donne in America sono esattamente la metà della popolazione occupata? E che questo ha scardinato ogni idea tradizionale di ruoli di genere? Per capirne la portata si veda il recente utilissimo rapporto Schriver1.
Venendo a noi, all’Italia, da quanto tempo sentiamo dire che la differenza è un valore, che ciò che può sembrare un problema può essere invece un vantaggio per l’azienda? Giustamente, le donne fanno leva su questa motivazione -la nostra presenza migliora le aziende-a sostegno delle proprie richieste. Perché le aziende cambiano le loro politiche e la loro cultura non per senso etico e di equità, ma se capiscono che ne hanno un vantaggio.
Purtoppo però il diversity management non è affatto entrato a far parte della strategia delle aziende italiane.
Va detto che le best practices ci sono, e nemmeno poche, si dovrebbe semmai cercare il sostegno in questa direzione da parte delle associazioni imprenditoriali. Ma qui parliamo della cultura aziendale prevalente. Una cultura così resistente al problema che in una recente indagine presso donne manager di alto livello,

[…]

Articoli: Donne e potere in azienda: Tutta un’altra storia

Quando si parla di come le donne possono o dovrebbero organizzarsi nel modo del lavoro per acquisire potere si parla in genere di lobby femminili o di networking. In realtà in Italia troviamo dei veri network solo in poche multinazionali dove questa struttura è quasi prevista dall’organizzazione aziendale. E quanto alle lobby, troviamo organizzazioni con caratteristiche di networking e lobbystico, o gruppi costituiti attorno a persone rilevanti per la loro attività su questi temi. Ma sono fenomeni limitati, a volte piuttosto elitari. Dunque, invece che partire da qui, mi sembra utile vedere come si manifesta per le donne il rapporto con il potere in azienda. Perché è questa la base per ogni ragionamento su questo tema.
Prendo alcuni spunti da una mia ricerca recentemente condotta.
Il cattivo o inadeguato rapporto con chi ha il potere, con i giochi di potere, con le dinamiche ‘politiche’ è uno dei limiti ed errori principali che le donne si attribuiscono rispetto al loro lavoro.
Ignorare, non prestare attenzione, non saper vedere e gestire i rapporti di potere e politici : c’è in generale una difficoltà delle donne a capire i meccanismi non espliciti del potere. Forse legata alla minor pratica di queste cose,

[…]

Recensioni: Aziende islamiche?

Bernard Lewis
What went wrong? The clash between Islam and modernity in the Middle East, London, Weidenfeld & Nicolson, 2002.
(Trad. it. Il suicidio dell’Islam. In che cosa ha sbagliato la civiltà medio-orientale, Mondadori, Milano, settembre 2002.

Bernard Lewis, Professor Emeritus alla Princeton University, studioso tra i più importanti del Medio Oriente e della storia dell’Islam, esamina in questo saggio le ragioni della caduta della civiltà islamica nell’impatto con la modernizzazione proveniente dell’occidente.
Per molti secoli la civiltà islamica ha dominato nel mondo raggiungendo livelli di incomparabile levatura sotto tutti gli aspetti. (La Cina godeva di un simile livello di sviluppo, era però lontana e più chiusa). Poteva guardare con disprezzo all’inferiorità dell’Europa medioevale. Ma all’improvviso il rapporto cambiò. L’Europa cominciò ad avanzare enormemente sul piano culturale, fino ad acquisire una supremazia scientifica e tecnologica.

Per molto tempo i mussulmani ignorarono questo processo, nonostante cominciassero anche a subire sconfitte politiche e militari di grande rilevanza. Questi eventi venivano sottovalutati, come episodi non preoccupanti. Le élites islamiche si resero necessariamente conto che l’Occidente aveva sviluppato nuove armi e nuove capacità nelle tecniche di guerra, ma questo non li indusse a chiedersi da dove l’innovazione scaturisse: si limitarono a comperare materiali e competenze militari.

[…]