Introduzione di Luisa Pogliana all’incontro ‘UN PASSO IN ALTO. Più donne ai vertici per cambiare la natura del potere’ 8 maggio Milano

Parliamo ormai da anni del nostro pensiero e delle nostre pratiche differenti come donne manager. Oggi credo che siano maturi i tempi per fare un salto di qualità. Partiamo da un fatto. La legge che vincola i Consigli di Amministrazione a una presenza di donne almeno al 30% ha raggiunto l’obiettivo. Tuttavia poco è cambiato nelle aziende .

Perché nel CdA il potere di indirizzo sulle politiche aziendali spetta all’amministratore delegato, alcuni top manager e rappresentanti degli azionisti. Le altre figure -sindaci e consiglieri- hanno più che altro compiti di controllo. E proprio in queste cariche si concentrano – due terzi- le donne oggi nei Cda. Conseguenza del fatto che se non ci sono donne nei ruoli di AD e di top manager in azienda, non ce ne saranno nemmeno nei ruoli decisivi del Cda. Inoltre il Cda (almeno in Italia) si occupa degli indirizzi dell’azienda. Ma come fare a realizzarli, si decide dentro l’azienda, ai livelli più alti del management

Il top management -dove effettivamente si decidono le politiche aziendali- resta però territorio degli uomini.

Sappiamo quanto inutilmente sono state blandite le aziende con ricerche sui vantaggi economici portati da più donne ai vertici.

[…]