Un nuovo libro: Luisa Pogliana, LE DONNE IL MANAGEMENT LA DIFFERENZA. UN ALTRO MODO DI GOVERNARE LE AZIENDE

Il management che vediamo in azione ogni giorno ripete troppo spesso la stessa storia. Manca un nuovo agire perché manca un nuovo pensiero. Ecco quindi il contributo di questo libro: nuovi pensieri e nuove pratiche, che mettono in discussione le pretese regole alla base del modello dominante.

Pensieri e pratiche emergono dal confronto tra donne manager che, in ruoli decisionali importanti, hanno mantenuto vivo il loro stupore dinnanzi a ciò che appare insensato, ingiusto, non generativo, fonte di disvalore. In questi luoghi di uomini, anziché sforzarsi di adeguarsi, si sono fondate sulla propria differenza. Mostrando che è possibile schivare l’aut aut tra assimilazione ed esclusione.

Al centro dell’attenzione, un temaspesso lasciato tra le righe: il rapporto con il potere. Un potere ‘maschile’, che in azienda si manifestatroppe volte come dominio. Conservatore, autoreferenziale, lontano da chi lavora. Il punto di vista differente mostra i guasti di questo potere, e porta un altro modo di intendere l’azienda: luogo dove convergono interessi diversi madei quali -tutti- bisogna tenere conto. Emerge così un nuovo, più sensato atteggiamento orientato alla guida, alla cura e al governo. Si tratta di una opportunità da cogliere – per le donne, per chi dirige l’azienda e chi vi lavora, per le aziende nel loro insieme.

La differenza femminile ha questa portata: allarga e cambia gli orizzonti manageriali, si mostra come fertile e costruttiva rivisitazione del mondo dell’impresa e del lavoro.

La diversità stabilisce un confine, la differenza continuamente lo attraversa.

Questo libro è frutto di un progetto di Donnesenzaguscio, sviluppato conIsabella Covili, Anna Deambrosis, Patrizia Di Pietro, Giuseppina Grimaldi.
In libreria dal 10 giugno, edizioni Guerini e Associati (Milano)

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter

Categorie

Categorie

Archivi

Archivi

Articoli recenti

Cosa è emerso nell’incontro sulla MISOGINIA COME STRUMENTO POLITICO

Il concetto della misoginia come strumento di potere apre una prospettiva nuova, chiara e precisa. Definire le cose con una visione piuttosto che un’altra cambia il senso di questo fenomeno e la capacità di comprenderlo.

Permette di prendere più consapevolezza delle dinamiche della misoginia al di là delle apparenze di superficie, per poterla contrastare: non esiste una soluzione semplice a problemi complessi, non esiste una frasettina magica che risolve tutto.

Leggi tutto »