Women, Innovation & Tech. Un incontro nell’azienda Apparound su questo tema e sulle nuove politiche di donne nel management, da ‘Esplorare i confini’. Relazione di Luisa Pogliana. Incontro aperto a tutti

mercoledì

08

marzo

alle ore:

16

 

Apparound, Via Umberto Forti 1, Pisa.

Apparound  -azienda italiana di eccellenza nella produzione di software per la gestione delle vendite- presenta il suo primo evento dedicato alle donne ed all’innovazione

In un’era globalizzata ed iperconnessa, in cui anche il mondo del lavoro è profondamente cambiato, occorrono visioni nuove ed il contributo di tutte le risorse possibili. Da anni ormai c’è la consapevolezza che le diversità di pensieri e di valori permettano di guardare all’innovazione ed al raggiungimento degli obiettivi. Per questo la diversità – ogni diversità – è un valore.

Le donne nella tecnologia, uno sguardo al passato. Nel pieno 800 la prima programmatrice della storia fu Ada Lovelace Byron; durante la seconda guerra mondiale fu proprio Grace Murray Hooper a sviluppare i primi calcolatori elettronici ed i codici di criptazione. Il wireless fu inventato da Hedy Lamarr. Margaret Hamilton, informatica, ingegnere ed imprenditrice statunitense, sviluppò il software di bordo per il programma Apollo 11 rendendo possibile lo sbarco sulla Luna. Karen Spark, scienziata informatica, diceva “l’informatica è troppo importante per essere lasciata agli uomini”.

Le grandi protagoniste del digitale sono molte, ma spesso dimenticate. Perché? Da un punto di vista culturale, la tecnologia e l’informatica sono sempre state viste come una “cosa da maschi”, uno stereotipo che può aver influenzato la scelta di molte donne, allontanandole dalle facoltà scientifiche, tecnologiche, matematiche. La nostra società sarà sempre più basata sulla tecnologia ed il digitale, ed una minor partecipazione dell’universo femminile potrebbe limitarne le possibilità di sviluppo. Come mai ci sono ancora dei pregiudizi? Spesso il pregiudizio che riguarda il rapporto donne ed informatica è presente già dall’infanzia, nell’ambito familiare. Secondo i dati attuali del MIUR la percentuale di presenza femminile negli istituti superiori di campo tecnologico è di circa 13%, aumentata al 29% all’università. È in atto un grande sforzo per promuovere la presenza delle donne, necessaria a fronteggiare la crescente offerta lavorativa di questi settori e le stesse aziende possono imparare a vedere i talenti femminili già presenti, e a svilupparli in tutti ruoli. In questo contesto nasce l’idea di festeggiare l’8 marzo con un evento dedicato alle donne, ma aperto ovviamente anche agli uomini.

Si tratta di Women, Innovation & Tech e si terrà presso la sede di Apparound, in Via Umberto Forti, 1, a Pisa. L’evento si svolgerà a partire dalle ore 16 fino alle ore 19 circa e prevede diversi talk: Gianluca Cagiano, CEO di Apparound, Laura Celentano, iOS Developer, Chiara Leoni, UX/UI Designer e tre ospiti speciali. I tre speech esterni arrivano da donne di spicco nel panorama nazionale:

Luisa Pogliana, per molti anni è stata Direttrice Ricerche nel Gruppo Mondadori, poi consulente sui mercati internazionali in quattro continenti, è autrice del libro “Esplorare i confini. Pratiche di donne che cambiano le aziende”, • Maria Cristina Nardone, imprenditrice, formatrice e problem solver, Amministratore Unico della società di consulenza e formazione S.T.C. Change Strategies, ideatrice dei modelli Problem Solving & Coaching Strategico e Counseling Breve Strategico, riconosciuti ed esportati in tutto il mondo, • Elisabetta Traversa Order to Cash Manager per CRIBIS D&B, un’azienda globale specializzata nello sviluppo e nella gestione di sistemi di informazioni creditizie, di business information e di soluzioni per il credito.

L’evento si concluderà con un aperitivo.

L’evento è totalmente gratuito, anche se prevede obbligatoriamente l’iscrizione su Eventbrite.it (https:// www.eventbrite.it/e/biglietti-women-innovation-tech-32150873127). Per maggiori informazioni:

silvia.maculan@apparound.com | +39 342 8043863

wwhttp://ww.apparound.com

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento