Anna Deambrosis: L’organizzazione che non si vede. Intervento al convegno Leadership Partecipativa di Federmanager Torino

L’organizzazione che non si vede: un esempio pratico in divenire

La Direzione Welfare è una direzione che ha subito nel corso degli ultimi 5 anni profondi mutamenti organizzativi. Circa due anni fa si è conclusa quella che chiamo la prima fase della nuova Direzione. Da un punto di vista formale avrei potuto considerare finito il lavoro, ma progressivamente è stato evidente che tutto quello che i manuali di management avrebbero definito un buon lavoro non era sufficiente. Le persone che riportavano a me erano estremamente oberate ed il team dei miei riporti non riusciva più a digerire tutte le attività a cui dovevamo fare fronte. Forse eravamo semplicemente pochi e avrei potuto chiedere nuove risorse.
La complessità organizzativa aveva generato nuove unità organizzative con diversi nuovi capi, persone della direzione individuate come adatte a ricoprire un ruolo di capo. Frequentati i corsi istituzionali da neo capo, forse avrei potuto chiedere ai loro capi di occuparsi di loro, ciascuno dei propri, e poi attribuire a loro gli eventuali fallimenti. La complessità del lavoro, visto l’allargamento del perimetro e la quantità di nuovi progetti, comportava sempre di più la necessità di far gestire le attività a team di persone trasversali che portassero punti di vista diversi e competenze diverse.

[…]

Esplorare i confini. Pratiche di donne che cambiano le aziende

Esplorare-i-confini-Copertina-671x1024

Il libro è frutto di un progetto comune di Donnesenzaguscio

Responsabilizzazione e autonomia diffusa, lavoro collaborativo, patti di fiducia reciproca, far emergere le capacità ignorate, governare il tempo… Sono alcuni temi di questo libro di management e di donne, che parte da un assunto: aziende e lavoro sono drasticamente cambiati, occorre un altro management. Serve per questo guardare ad alcune esperienze di donne, che appaiono anticipatrici di questo modo nuovo. Perché le donne, entrate nel management in tempi recenti, hanno portato una visione diversa. Vivono una vita diversa e guardano le cose da un altro punto di vista, e questo allarga gli orizzonti manageriali.
Il libro inquadra in un pensiero organizzato politiche di donne manager che hanno portato coraggiose novità, con effetti positivi per le persone e per l’organizzazione. Ma che spesso non vengono valorizzate proprio perché non trovano corrispondenza nei modelli consolidati di management. Ragionando su politiche effettivamente realizzate, il libro ne mette a fuoco orientamenti e metodi frutto di ciò che si è fatto, che può essere capitalizzato, trasmesso e usato altrove.  Si tiene insieme pratica e teoria: dalle esperienze all’identificazione dei criteri che guidano l’azione.
Non un nuovo modello di management,

[…]

Ragionare sul vissuto fonda un pensiero politico. Un articolo di Luisa Pogliana per L&M

Il management che vediamo in azione ogni giorno ripete troppo spesso la stessa storia. Manca un nuovo agire perché manca un nuovo pensiero. Ma un contributo diverso viene oggi dalle donne. E’ il risultato di uno scarto che molte manager hanno fatto rispetto alla questione, spesso problematica, del rapporto con il potere in azienda. Hanno superato le resistenze ad assumere i ruoli decisionali più alti, resistenze dovute alla la cultura -storicamente maschile- che domina nei luoghi ‘di potere’. E che si manifesta con logiche in cui le donne non si ritrovano. Abbiamo così visto che molte donne manager, entrate in questi luoghi -luoghi di uomini- hanno mantenuto vivo il loro stupore dinnanzi a ciò che appare insensato, e anziché adeguarsi alle pretese regole del modello manageriale dominante, hanno portato una loro visione, un punto di vista di donne. Da qui emergono nuovi pensieri e nuove pratiche nel management. Ma è difficile renderle visibili: non se ne parla, non si conoscono.

Le donne per prime non ne parlano, sostanzialmente perché non ne vedono il valore. Sembra un paradosso, ma succede spesso. Nello specifico del ruolo manageriale, una ragione sta soprattutto nel fatto che le donne si muovono con dei progetti in testa,

[…]

28 novembre, Milano. Convegno di Donnesenzaguscio LE DONNE IL MANAGEMENT LA DIFFERENZA. UN ALTRO MODO DI GOVERNARE LE AZIENDE E’ POSSIBILE

giovedì

21

settembre

alle ore:

 

LE DONNE IL MANAGEMENT LA DIFFERENZA. 

UN ALTRO MODO DI GOVERNARE LE AZIENDE È POSSIBILE 

Un convegno proposto da Donnesenzaguscio 

con il patrocinio del comune di Milano, Assessorato alle Politiche del Lavoro

e di AIDP – Associazione Italiana  per la Direzione del Personale

Milano, Società Umanitaria, ingresso via San Barnaba 48, Sala Cinema

 28 novembre 16.00-20  (puntuali)

L’azienda può essere intesa come l’insieme di tutti i soggetti che la costituiscono. L’azienda funziona bene, con benefici per tutti, se chi la guida trova un’area di ragionevole convergenza tra i diversi interessi in gioco. Abbiamo dato un nome a questo modo di dirigere un’azienda, fuori dalle logiche di potere, orientato al bene comune: ‘governo’. E’ una visione che viene più dalle donne che dagli uomini, ma che riguarda tutto il management.   Molte manager, nei luoghi decisionali o in altri ruoli, e donne imprenditrici, mettono in atto nuovi modi di lavorare, fuori dagli schemi già definiti e fondati storicamente su concezioni maschili.

[…]

“Io proprio non so come farai”: la differenza ha stimolato l’innovazione organizzativa. Puntualizzazioni di management di Anna Deambrosis

Queste riflessioni sono state fatte da Anna Deambrosis durante l’incontro alla Libreria delle Donne di Milano ‘Manager in bilico sull’orlo del potere’, per discutere i temi del libro Le donne il management la differenza. Anna ha parlato in altre occasioni di come ha riorganizzato la struttura di cui è responsabile a partire dalla sua maternità. Proponiamo anche questi pensieri perché focalizzano diversi aspetti di management che sono stati affrontati in modo nuovo. Dandoci un’idea della complessità che una situazione organizzativa consolidata comporta, delle resistenze che attiva, e dell’apparente semplicità con cui viene qui rovesciata. “La semplicità è difficile a farsi”. Ma una donna che guarda dalla sua prospettiva può vedere possibilità impensabili. (Luisa Pogliana)

“Io proprio non so come farai, io non saprei proprio come fare”. Queste le parole di un mio collega ad un incontro di assestment collettivo. Febbraio 2008. Dopo 2 mesi sarebbe nata mia figlia.
Il mio collega era veramente preoccupato e veramente non sapeva come avrei potuto fare ad assentarmi dal lavoro per maternità.
Il mio collega infatti non aveva mai provato a pensare come agire diversamente da come aveva sempre fatto, a come stare in azienda in modo alternativo,

[…]

E’ una diversa leadership, fuori dalle logiche del potere: Anna Deambrosis

Anna Deambrosis, Direttore di due aree di business di un’importante società Assicurazioni

Una persona molto speciale mi aveva detto che la maternità è una grande opportunità professionale. Fino a quel momento, però, il mio percorso professionale aveva viaggiato sostanzialmente per imitazione dei modelli (maschili) che avevo visto agire e, così, avevo pensato che fosse solo un trucco per farmi mollare. Una ovvia specificazione: nei modelli maschili che avevo imitato fino ad allora, non era mai stata gestita l’assenza per maternità del manager perché tutti i manager che avevo visto erano uomini! E quindi da chi potevo copiare? La persona speciale mi aiutava in un momento in cui stavo prendendo in carico una nuova responsabilità e stavo faticando parecchio. Faticavo soprattutto perché non riuscivo ad accettare il fatto che l’azienda mi chiedesse di più, proprio in un momento in cui io avrei voluto togliermi: come avrei potuto perseguire il mio progetto di vita di avere un figlio proprio nel momento in cui la mie responsabilità professionali andavano crescendo significativamente? Per lunghi mesi, sensi di colpa, tentativi di essere sorda al gradevole pensiero di avere un bambino, voglia di licenziarmi o almeno di dire che no,

[…]

UN ALTRO MODO DI GOVERNARE LE AZIENDE: UN INCONTRO SU PRATICHE DI CAMBIAMENTO.

giovedì

21

settembre

alle ore:

 

L’ASSOCIAZIONE DONNESENZAGUSCIO

invita a un incontro alla Casa di Vetro,

via Sanfelice 3, Milano

giovedì 19 gennaio 2012, 18.30-20.30

UN ALTRO MODO DI GOVERNARE LE AZIENDE: PRATICHE DI CAMBIAMENTO

Oggi nel management ci sono donne che in questi ruoli hanno manifestato una visione diversa e un atteggiamento orientato al cambiamento, da cui discendono una diversa concezione dell’azienda e delle regole del suo funzionamento. Portano con sé consapevolezze che orientano il loro agire. Hanno così sviluppato pratiche innovative, mostrando che le loro idee non sono impossibili da attuare: sono state realizzate, e con beneficio per chi lavora e per l’azienda.

Proponiamo di parlarne partendo da alcuni nodi che toccano specificamente le donne: l’organizzazione del lavoro, innanzitutto, ma non solo. E’ possibile modificare la rigidità insensata dell’organizzazione attuale? Trovare soluzioni a bisogni immediati, ma che agiscano sul cambiamento della cultura aziendale? Dare valore all’identità intera delle donne, nella maternità e nel lavoro al tempo stesso? Aprire l’accesso ai posti qualificati? E non dovervi rinunciare per una scelta di vita completa?

Abbiamo trovato aspetti interessanti nell’esperienza di alcune donne manager:

ANNA DEAMBROSIS,

[…]